Advenit Ventum Orientis Wiki


Reginald è un aasimar originario di Degah Bur, Pioniere della Quarta Spedizione e guida della Eurus Septima sull'isola degli aasimar.

Descrizione

Devoto di Olidammara, Reginald divenne amico del capitano Blake Edwards quando la Maestrale Quarta approdò su Degah Bur; di indole acuta ma elegante, non a caso fa parte della kolon dei Mercanti e ha costruito praticamente tutte le taverne nelle città dell'isola.

Ha una moglie, Sofia, anch'ella mercante, che vive nella capitale Daron.

Partecipa alla Battaglia del Golfo di Daron sulla Brongurnet.

Ricordate che anche se non sono nato nel vostro stesso continente, anch'io sono un Pioniere. Al contrario dei miei connazionali ho un forte interesse nello scoprire cosa c'è oltre i confini di Degah Bur, ad esempio. E credo sia il motivo per il quale Blake mi considerava suo amico.
Reginald al capitano Fortunale


Ti soffermi infine a guardare Reginald: quello che indossa è un largo soprabito di raso nero in tinta con stivali e braghe. I capelli biondissimi e il pallore contrastano a tal punto da farlo sembrare simile a Razul, se visto da lontano; ci sono però alcuni simboli che riconosci tra le pieghe dei vestiti; in primis, una bussola arancione ricamata su sfondo blu sulla manica destra, all'altezza della spalla, simbolo della Loggia, che alcuni Pionieri sfoggiano con fierezza. Poi due anelli: uno con un rubino scintillante all'indice sinistro, un altro d'acciaio sul medio destro; quest'ultimo ha un'incisione, una bilancia da mercante stilizzata sul dorso, forse simbolo di appartenenza a qualche gilda?

Infine, se abbassi lo sguardo, vedi che porta un paio di speroni d'argento sugli stivali; sono sottili, e ti ricordano quelli di un tizio che incontrasti durante i tuoi viaggi in nave anni or sono; dov'è che vi trovavate? A nord di Quirilia, sicuramente: era un tipo in armatura con lo stesso accento di Sandrine, un Cavaliere di Specchioargento, se non ricordi male. Un devoto del dio del valore appartenente ad un ordine i cui membri si contavano sulle dita di un Girallon. Il capitano Blake della Maestrale non era altresì un membro? E chissà se Sandrine, in quanto contessa di Vaudemont, ha potere gerarchico su di lui nonostante siate così lontani da casa...

Ti sembra strano che quegli speroni siano addosso a qualcuno che non ha certo né la corporatura né l'atteggiamento di un paladino dei deboli...
Randal incontra Reginald per la prima volta


Le guardie non esalano nemmeno la parvenza di una sillaba, ma Reginald sopperisce da solo a tutti quanti. La maggior parte delle chiacchiere sono cortesie, o battute di poco conto, o ancora convenevoli verso i nuovi tre personaggi che ha conosciuto; il feeling con Barbara è immediato, e d'altronde come poteva essere altrimenti! Entrambi dai modi nobiliari, entrambi fedeli a una certa etichetta e attenti alla cura estetica. Quando salite sulla nave - enorme, davvero! - sembra che i due si conoscano da anni. Con Asvig è tutta un'altra storia. Il generale non si fida per niente di lui e non ha paura di darlo a vedere; mentre Reginald gli chiede inezie riguardanti il suo ruolo nella spedizione, o cosa si aspetta di trovare sull'isola, o se il viaggio è stato tortuoso - il guardiano di Sandrine lo interrompe in continuazione facendogli domande più scomode: "Dov'è la Maestrale? Perché siete cordiali? Dov'è la fregatura? Chi governa davvero questo posto?" le risposte pacate e semplici dell'Aasimar non lo convincono. ...la situazione con Arrigo è diversa. Sarà che il capoventurese imparato da Reginald è perlopiù accademico, e probabilmente rimasto inusato per tre lustri, ma l'accento del geniere è come una lingua totalmente a parte per l'Aasimar. Non riesce a capire UNA sola parola di ciò che Arrigo dice, e continua ad aver bisogno del vostro aiuto per tradurre i suoi commenti.
Reginald conosce l'equipaggio della Speranza dell'Est