Advenit Ventum Orientis Wiki

Contessa, tu mi farai...morire!
Non è che in fondo ti stai innamorando del cattivo ragazzo, vero? Tutte queste storie sul morire, e sui validi motivi...come se non accettassi che in fondo potremmo morire anche qui e oggi. Non aspetterò la vecchiaia affondando navi e rubando lingotti. Se c'è qualcosa che mi possa far sentire vivo oltre la cintura d'onice, allora è lì che devo andare. Che ci posso fare? La grandezza è il mio destino. Lo dissi anche al qui presente Asvig, dieci anni fa. Ho intenzione di trascorrere i mooolti anni che mi restano nella leggenda!

Nero Fuinur, in arte Gomez, fu capitano della Jocasta e Flagello dei Mari fino al suo arruolamento nella Eurus Septima nel 1491.

Descrizione

Nominalmente figlio del leggendario pirata Jack Gomez "Bolero Jack", si lascia catturare da Kiltus Fuinur per farsi portare nell'Oceano d'Oriente alla ricerca di fama e gloria. All'apparenza dimostra una trentina d'anni, ma Randal scopre che è nato nel 1445.

E' un abile giocatore di Perudo.

Antefatto

Nato sulla Jocasta da mater ignota, a 13 anni spodesta suo padre Bolero Jack dandolo in pasto ai pesci e diventando capitano della Jocasta.

Come suo primo gesto, esilia Kilagas, suo vero padre, intuendo che è lui a manipolare Jack Gomez nell'oscurità.

Da capitano della Jocasta stabilisce delle regole rigide a bordo che secondo lui "nobilitano l'uomo dietro al pirata", impedendo ad esempio di uccidere indiscrinatamente o di stuprare le donne a bordo delle navi abbordate. Il pirata nobile diventa famoso dopo che affonda la Royal Majesty, la nave schiavista ammiraglia della flotta imperiale. Nell'incendio, muore l'allora sovrano Erodes Handorien III, padre di Vera Handorien.

Durante la ribellione dei popoli del nord comandati da Asvig Scuotiterra, dona armi, cibo e oro ai ribelli senza pretendere nulla in cambio. Successivamente torna a trovare Asvig in cella, impedendogli di suicidarsi.

Capo Ventura

Intorno all'anno 1491, tramite alcuni intermediari presta dei soldi a Lanod "Baffogrigio" Ridley, finanziando la sua arte culinaria. Nello stesso anno viene catturato dalla ciurma della Bussola d'Argento e portato a Capo Ventura. Durante la notte della proclamazione dei Pionieri della Settima Spedizione evade dal palazzo del governatore causando un incendio che stermina la famiglia von Trier e causa un centinaio di morti; tutto questo per presentarsi da Randal Ridley e ricattarlo sui vizi di suo padre per farsi ammettere nella Eurus Septima.

Battaglia dei Grandi Pirati

In seguito all'acquisizione della Jocasta da parte della Loggia, il Pioniere Vuldo Pinklewhipper incontra nella Taverna del Cigno il suo vecchio capitano Manodiferro; da lui viene a conoscenza che i Grandi Pirati si trovano tutti nelle prossimità di Capo Ventura, e sono sul piede di guerra per decidere chi di loro diventerà il nuovo Flagello dei Mari. I due decidono di imbrogliare i pirati e creare un nuovo - fittizio - pretendente: Capitan Tempesta, con il fine ultimo di comandare i pirati dell'occidente e ottenere ancora più ricchezze per la costruzione della Eurus Septima. Kaleb Kron decide di partecipare al piano rubando la Jocasta e facendo evadere Nero, capitano perfetto della sua vecchia nave.

E' il 18 giorno del quinto mese dell'anno 1490. La battaglia infuria, ma in seguito ad un banale trucco del pirata Barbafuoco, sia Vuldo che Kaleb vengono brutalmente uccisi e Nero riesce miracolosamente da solo ad affondare l'intera flotta avversaria; l'arrivo della Royal Majesty II capitanata da Vera Handorien, mette in serio pericolo Nero. In suo soccorso arriva la Cercascogli di Fortunale, che lo porta in salvo e ricattura la Jocasta, sconfiggendo le forze filo-imperiali.

Eurus Septima

Quando parte per l'Oriente, Kiltus rivela ai Pionieri che il vero padre di Nero è Kilagas Fuinur, e che perciò la sua longevità è data dalla discendenza diretta da Kerberos. Dopo la battaglia contro la Zephira, è reso privo di volontà dall'influsso dell'Arconte del Terrore, Xoranos.

Barusha

Viene consegnato alle cure di Fen'Harel prima e di lady Tamara di Selune poi, ma entrambi non riescono a guarirlo.

Degah Bur

Si sveglia dal suo sonno forzato quando Randal Ridley riesce a uccidere la fonte della sua maledizione, l'Arconte del Terrore Xoranos. Fugge dalla Battaglia del Golfo di Daron, e perciò è l'unico membro sopravvissuto della Eurus Septima.

Scheda


Umano Rodomonte 5/Flagello 3 

Umanoide (Umano). - Taglia media.

For 10, Des 18, Cos 12, Int 16, Sag 12, Car 16

Punti ferita: 82

Iniziativa: +4.  Velocità: 9m

Classe armatura: 16 (+1 Farsetto, +4 Des, +1 Schivare).

    Colto alla sprovvista 15, Contatto 14

Attacco base: +8/+3, Lotta +8.

Attacco in mischia: +8/+5, a distanza: +12.

    +8/+2 Stivale con lama (1d4+3, 19-20/x2)

+12/+7/+12/+7 Spada corta x2 (1d6+3, 19-20/x2) (+1D6 furtivo)

Talenti: Abilità Focalizzata (Marinaio), Arma Accurata (Spada Corta), Autorità, Combattere con due Armi, Estrazione rapida, Combattere con due Armi Migliorato

Qualità Speciali: Reputazione Onorevole, Radunare la ciurma 1/gg (+1 TxC, danni, contro charme e paura), Nautica (aggiunge lv a Marinaio), +1D6 furtivi, Colpo Intuitivo (Int a danni), Schivare +1, Grazia (+1 Rif)

Abilità di Classe: Acrobazia 17, Artista della fuga 10, Ascoltare 7, Camuffare 5, Cercare 4, Conoscenze (locali) 8, Diplomazia 7, Equilibrio 11, Intimidire 16, Muoversi Silenziosamente 9, Nascondersi 9, Nuotare 7, Osservare 4, Percepire Int 7, Professione (Marinaio) 15, Raggirare 11, Rapidità di mano 7, Saltare 6, Utilizzare corde 10, Valutare 11.

Tiri salvezza: Tempra +5, Riflessi +9, Volontà +3.

Linguaggi: Elfico, Aquan, Halfling