Advenit Ventum Orientis Wiki

"Vidi chiaramente che l'eterno 'quando sarò matura' aveva perduto senso. La mia vita cominciava ora, era anzi cominciata da tempo ormai, da quando Kilian mi aveva portato via dal tempio, da allora era reale e personale; non esisteva da nessuna parte una parete divisoria che separava il domani dall'oggi o dall'ieri; tutto era oggi; la mia vita da allora non era più una preparazione; era la vita stessa; la mia anima sbocciava verso l'età adulta, ne disponeva con un assoluto diritto, e questo diritto implicava un dovere. Tutte queste intuizioni circolarono dentro di me e mi riempirono di angoscia e di gioia."

Genevieve Loreman era una nobile vaudemontiana, madre di Sandrine Alamaire.

Descrizione

Forse la più bella donna della sua generazione, Genevieve era tanto carismatica quanto intelligente; si dice fosse estremamente dotata nelle arti magiche spontanee, capacità tramandata dal sangue elfico e draconico che possiede in piccola parte.

Nasce a Kindshire da una relazione proibita tra una sacerdotessa del Tempio della Prima Fiamma e un contabile fraudolento; il tempio decide di accoglierla come sacerdotessa, ma il desiderio di Genevieve è di andare via, lontana dalle mura che la tengono prigioniera tra le devote di Gond. Nel 1455, all'età di dodici anni, durante una passeggiata notturna nel tempio coglie Kilian Fuinur nell'atto di rubare un artefatto dal tempio - le Dionisie - e le propone un patto: rapirla in cambio del suo silenzio. Questo atto di coraggio attrae l'attenzione dello Scacchista, ma Genevieve sfortunatamente non supera la prova per diventare Arconte delle Parole. Accolta a bordo della Tramontana, manifesta grandi poteri arcani fin da subito, ma inizia anche a soffrire di sogni terribili: è Azazel del Sacrificio, emanazione della Prima Fiamma, che l'aveva scelta come prossima Alta Sacerdotessa nel tempio. Lo Spirito la perseguita affinché adempia al proprio destino, incrementando i suoi poteri in cambio di scelte estremamente difficili.

Durante una sosta al porto di Rouane s'innamora perdutatmente di Alexis d'Alamaire, un principe vaudemontiano dalla quale ha una figlia, Sandrine.

Azazel, silente per quattro anni, domanda a un certo punto la vita di sua figlia, ma Genevieve si rifiuta. Per evitare che lo Spirito la uccida, fugge via riunendosi con Kilian.

Quando la piccola ha solo quattro anni, Genevieve svanisce nel nulla; suo marito Alexis inizia a cercarla per mezzo mondo.

Genevieve si è rifugiata nel sud-est del Continente Occidentale, e quando finalmente si riunisce con Alexis, Azazel si riprende ciò che gli spetta di diritto, contagiandolo con una durissima malattia. Deciso a rivedere sua figlia prima di morire, Alexis dice addio a Genevieve e torna a Chateux-Blanc, in attesa della sua prossima dipartita.

Sopraffatto dal dolore morirà di malattia.

Non avendo più legami a cui fare ritorno nell'occidente, Genevieve decide di salpare in segreto come Arcanista della Quinta Spedizione; nella mezzaluna di Hemwitch, mentre la Tramontana sta per avere la peggio contro Kilagas, decide disperata di usare il suo potere per sacrificare l'intero equipaggio - eccetto Kilian e Sahid, caduti in mare - per distruggere la Zephira. Sfortunatamente la nave resiste al suo attacco, e muore infine per mano dello stesso Kilagas.