Advenit Ventum Orientis Wiki
Advertisement


La famiglia Dastanev è un un gruppo di goblin criminali di Barusha, terminata da Randal Ridley nel 1492.

Descrizione

I Dastanev nella loro epoca d'oro controllavano i tre villaggi goblin dell'entroterra di Barusha: Negash, Wikro e Agula. Furono protagonisti di una faida con il cuoco della Speranza dopo che questi uccise l'ultimogenito in duello.

Zeez l'Adulatore

Zeez è il più piccolo dei fratelli, ma anche il più astuto. Come capovillaggio di Negash intrattiene relazioni diplomatiche fittizie con lord Iskander Yedillov, che rapisce e uccide, usando la magia per trasformarsi in esso e farsi liberare da Arsak Yedilov e Randal Ridley nella loro impresa di riportare il lord sano e salvo a Ibnat.

Il piano è astuto: ingannare gli elfi e distruggere la città dall'interno permettendo ai goblin di conquistarla senza sforzo. Viene tuttavia scoperto dal cuoco della Settima Spedizione e sfidato a duello, che perde miseramente. Muore in seguito alle ferite riportate.

Maulen Mangiasogni

Dopo la morte del fratello Zeez, il secondogenito signore di Wikro mette una taglia sulla testa di Randal; lo accerchia nella foresta e vi combatte, ma il fuoco appiccato tra gli alberi attira il Cornotonante di Barusha, che reagisce all'invasione del proprio territorio distruggendo e uccidendo tutti. Randal, Arsak e Arrigo si salvano per un pelo.

Grarm il Fastidioso

Primogenito e signore di Agula, Grarm è molto più malizioso e subdolo dei suoi fratelli. Si affida al pittore Serik per attirare Sandrine Alamaire in una trappola, con l'obbiettivo finale di scambiarla per la vita di Randal e ottenere giustizia. L'imboscata tuttavia va male, e Sandrine riesce a fuggire. Fortunale ordina quindi a Razul Matarov di catturare vivo il goblin, ma presa da uno scatto d'ira Barbara lo uccide brutalmente incenerendogli le interiora. Il suo corpo viene appeso a Corissa come monito agli altri goblin: nessuno pagherà più la taglia sulla testa di Ridley jr, che perciò può dormire sogni tranquilli.


Advertisement