Advenit Ventum Orientis Wiki
Advertisement
QUESTA PAGINA CONTIENE SPOILER SULL'AMBIENTAZIONE

Anche chiamata Chiave della Magia, è l'Artefatto dell'Arconte della Magia, attualmente custodito in segreto presso Feronia.

Descrizione

Forse il primo oggetto magico mai esistito, questa elsa di spada senza lama è costruita interamente di adamantio e possiede rifiniture draconiche in zaffiro. Venne creata da Umarth agli albori della storia dell'Oceano d'Oriente e alla scomparsa del suo creatore è stata venerata e protetta dai draghi Furia Buia, che la nascosero nell'Ultima Isola.

Qualche secolo prima degli avvenimenti riguardanti la Eurus Septima, la Canis Maior giunge su Feronia e porge i propri omaggi alla spada, ma comprendendone la pericolosità decide di non rubarla e abbandonare per sempre quel posto non facendone parola con nessuno.

Anni dopo è Fen'Harel a raggiungere l'isola nascosta, insieme ad altri cinque Arconti, con lo scopo di distuggere le barriere planari per far sì che gli Spiriti camminino liberamente sul Piano Materiale. Impugnando la Chiave i suoi poteri si amplificano e riesce così a scorgere le conseguenze di tale atto: la distruzione del mondo conosciuto. Così tenta di convincere i suoi compagni a desistere dall'impresa, ma incapace di ciò, usa il potere di Umarth per ucciderli e sigillare la spada stessa in quel luogo.

Anche Kilagas Fuinur è sulle sue tracce da molto tempo; le sue indagini sono state perlopiù infruttuose e nell'anno 1492 ne abbandona temporaneamente la ricerca a favore dell'Artefatto delle Stelle su Degah Bur.

Advertisement